sabato 17 gennaio 2015

I Ching per Alice27 - Segno Feticcio e Segno Ricorrente.

Buongiorno @Cieloevento! 
Mi accorgo che il mio segno feticcio è il 63, me lo ritrovo sempre e dovunque tra i piedi! In tutte le salse, vuole dirmi qualcosa? Non so definire se positivo o negativo, ma quasi sempre come secondo esagramma o esagramma unico. Alice27


Buonasera Alice27,
approfittiamo della tua domanda per approfondire l'argomento.

Il Segno Ricorrente (clicca sul link per approfondire) è quello che esce con una casistica superiore alla media, quello che è sempre fra i piedi anche con le domande più disparate, ed è ripetuto come un tam-tam esasperante di cui non riusciamo a comprendere nè l'inizio nè la coda. Spesso non ne intendiamo il senso proprio perchè non vogliamo ascoltare quello che dice.

Il Segno Feticcio (clicca sul link per approfondire) invece è quello che, quando esce, ha un significato speciale tale per cui si sa già a priori, a prescindere da quello che accadrà poi, che cosa "succederà". Se ne intende quindi molto bene sia il senso, che il messaggio.

Noi pensiamo quindi che il tuo non sia un segno feticcio, quanto invece un segno ricorrente, un esagramma che si presenta perchè al suo interno è contenuto un messaggio che non desideri ascoltare, ma che è necessario affrontare e digerire se vuoi avanzare.

In questo momento il senso generale che Yi ti propone è questo: vuoi proseguire o vuoi restare ferma qui? Vuoi muoverti? Vuoi uscire da questa situazione? Bene allora cerca di capire questo esagramma e approfondiscilo bene.

Questo tipo di comprensione però, non possiamo dartela noi. Possiamo indicarti invece un percorso che possa aiutarti ad arrivare a recepire il senso che ti appartiene davvero, non una soluzione standard. Un lavoro quindi che devi fare tu, un compito che ti appartiene e riguarda solo la tua crescita individuale.

Quando come esseri umani ci troviamo di fronte ai problemi della vita, per conoscere le soluzioni utilizziamo dei parametri su cui basare le nostre speculazioni ed osservazioni. I parametri necessari a questa ricerca ti sono noti per forza, perchè sei tu che vivi la tua vita ed essi sono parte integrante della tua quotidianità: le qualità, i difetti, la personalità, il carattere, i talenti, le goffaggini, i successi, i fallimenti e via così discorrendo.

Sul Tempio dell’Oracolo di Delfi è scritto:  Nosce te ipsum (uomo conosci te stesso, la cui conseguenza è conoscere l’universo e gli Dei), mentre Carl Gustav Jung scriveva che: 

«Chi guarda in uno specchio d’acqua, inizialmente vede la propria immagine. Chi guarda se' stesso, rischia di incontrare se' stesso. Lo specchio non lusinga, mostra diligentemente ciò che riflette, cioè quella faccia che non mostriamo mai al mondo perché la nascondiamo dietro il personaggio, la maschera dell’attore. Questa è la prima prova di coraggio nel percorso interiore. Una prova che basta a spaventare la maggior parte delle persone, perché l’incontro con se stessi appartiene a quelle cose spiacevoli che si evitano fino a quando si può proiettare il negativo sull’ambiente.»

Questa indagine quindi la puoi affrontare solo tu, ma dovrai desiderare di svolgerla e impegnarti seriamente per farlo.

Noi possiamo solo aggiungere che il 63 (clicca sul link per approfondire) è un tempo di fine, la fine di un ciclo, ma che cosa esso rappresenti nella tua vita non lo possiamo proprio immaginare.

Ti consigliamo per cui di trovare un vocabolario e con esso, diligentemente, confrontarti con la traduzione di Richard Wilhelm. Per ogni parola che non comprendi, perchè di gusto troppo arcaico e ti sfuggono perciò i possibili doppi sensi contenuti, usa appunto il dizionario per leggere la descrizione e i sinonimi che gli appartengono.

Questo permette di maneggiare meglio le metafore contenuti negli esagrammi, in questo modo è poi più semplice fare un parallelismo con la propria vita per indagare bene che cosa non funziona e come desideriamo mutarlo.

Ciao Alice27, buon lavoro e facci sapere! :)




Vi ricordiamo che nella barra superiore di navigazione nella sezione “Chi Siamo”  (clicca sul link per approfondire) trovate le indicazioni utili per usufruire del blog;  nella sezione “Articoli I Ching” (clicca sul link per approfondire) i temi culturali e tecnici legati alla disciplina di Yi; nella sezione “Incontri con I Ching” (clicca sul link per approfondire) le indicazioni sugli interventi culturali pubblici e i gruppi di lavoro; nella sezione “Biblioteca” (clicca sul link per approfondire) i percorsi di lettura e cinematografia consigliati. Nella colonna alla vostra destra trovate tutti gli esagrammi e le linee discusse, elencati in ordine numerico, e la sezione Tecnica (clicca sul link per approfondire). Buona ricerca! :) COME UTILIZZARE IL BLOG CLICCA QUI

3 commenti:

  1. Ciao a tutti!
    Vorrei portare una mia testimonianza circa i segni feticcio o ricorrenti. Ultimamente, ogni volta che chiedo dell'evoluzione di una situazione che sto vivendo con una persona che amo tanto, mi esce sempre l'esagramma 22, con o senza linee mutanti. All'inizio mi pareva strano che un esagramma così poco drammatico come l'Avvenenza si associasse ad un amore travagliato, con tutto il carico di vita ma anche di dolore e distacchi che ha portato... Eppure l'esperienza è che I Ching non sbaglia mai :) !!! Aggiungo che il 22 è un esagramma che considero "amico", non latore di superficialità ma di dolcezza, con quei riferimenti al bianco ed alla semplicità. Che ne pensate?
    GattaNera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao GattaNera, grazie per la tua testimonianza! :)

      Elimina
  2. Grazie a voi! Questo blog mi è stato utilissimo, specialmente per capire il significato delle linee che senza un adeguato background culturale rimangono oscure. Anche se l'istinto vuole la sua parte!
    GattaNera

    RispondiElimina